Avv. Leonardo Vecchione

Leonardo Vecchione nato a Roma (RM) il 21/11/1980.avv-leonardo-vecchione

Nel 1999consegue il Diploma di Maturità classica – Liceo Goffredo Mameli Roma.

Nell’ottobre 2004 consegue la Laurea in Giurisprudenza – Università degli Studi di Roma 3 discutendo la tesi: “Le clausole vessatorie e la tutela del consumatore”. Presso la stessa Università degli Studi di Roma 3 nel Biennio 2002/2003 riveste la carica elettiva di Consigliere della Facoltà di Giurisprudenza nonché di Consigliere degli studenti.

Ha svolto la pratica forense presso lo Studio del padre Avv. Prof. Giorgio Vecchione accostando la stessa pratica alla frequentazione nel Biennio 2005/2006 della Scuola Forense “Vittorio Emanuele Orlando”.

E’ iscritto all’albo degli Avvocati di Roma dal 22/1/09 e svolge la sua attività professionale nello Studio Legale Vecchione di cui è titolare insieme al padre.

Svolge la sua attività professionale esclusivamente nel campo del diritto civile, commerciale, fallimentare e del lavoro.

Ha una buona conoscenza della lingua inglese.

Ha frequentato nel 2008 il corso di diritto sportivo “Le professioni nello sport” presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.

Ha frequentato nel 2010 il corso di alta formazione in “Curatore fallimentare” presso l’European School of Economics sede di Roma.

Ha frequentato nel 2011 il “Corso in diritto concorsuale – le procedure concorsuali tra dottrina e giurisprudenza”.

Frequenta dal 2011 e collabora dal 2012 con Ripdico – Rivista parlata di diritto concorsuale e commerciale.

E’ autore di numerose note a sentenza ed articoli.

Collabora con la redazione romana della rivista Il diritto fallimentare e delle società commerciali nella quale pubblica note redazionali e note a sentenza.

Collabora con la redazione della rivista Giustiziacivile.com nella quale pubblica note a sentenza.

E’ autore di una relazione in video per l’Università telematica Unisu sul tema della responsabilità del medico.

Ha partecipato quale relatore e moderatore a numerosi convegni.

Ha collaborato alla redazione del Processo delle esecuzioni mobiliari edito per i tipi della Giappichelli, 2009.

E’ coautore del Manuale teorico pratico dell’esecuzione immobiliare edito per i tipi della Nuova Giuridica, 2011.

E’ curatore di procedure fallimentari, commissario liquidatore, custode giudiziario e professionista delegato alle vendite giudiziarie.

Ha ricoperto l’incarico di arbitro unico in procedimenti arbitrali.

E’ mediatore professionista in materia civile e commerciale ai sensi del D.lgs. 28/2010 e del D.M. 180/10.

E’ iscritto all’elenco degli arbitri del Tribunale di Roma nonché all’elenco degli arbitri presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma ai sensi del comma 2 dell’art. 1 d.l. n. 132/14.

E’ abilitato al patrocinio a spese dello stato.

Componente della Commissione Giovani del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma nella consiliatura 2010-2011 e di quella Rapporti con le Istituzioni e gli Uffici Giudiziari nel 2017-2018.

E’ fondatore e docente della Scuola di preparazione all’esame di avvocato “Praecepta”.

Ha una buona conoscenza della lingua inglese.

 

ELENCO PUBBLICAZIONI

 

  • Il ritorno dell’art. 2051 c.c., in Temi Romana, 2008, 1-3, 210.
  • Ancora sulla qualificazione di privilegio artigiano, nota a Cass., ord., 31 maggio 2011, n. 12013, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2012, 2, 197.
  • Fattibilità del piano concordatario ed “altri atti di frode”, nota a Cass., 23 giugno 2011, n. 13817, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2012, 3-4, 348.
  • Sull’indagine del carattere doloso degli “altri atti di frode” nel procedimento di revoca dell’ammissione al concordato preventivo ex art. 173 legge fallim., nota a Cass., 5 agosto 2011, n. 17038, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2012, 3-4, 355.
  • Sul rapporto tra l’azione di inefficacia ex art. 44 legge fallim. e l’azione di simulazione relativa nota a Trib. Latina, 4 maggio 2011, in corso di pubblicazione.
  • Sui rapporti tra fusione e fallimento, nota a Cass. 16 febbraio 2012, n. 2281, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2013, 2, 195.
  • Sui rapporti tra l’efficacia del giudicato e l’azione di inefficacia ex art. 64 legge fallim., nota a Cass. 17 maggio 2012, n. 7774, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2013, 1, 74.
  • Sul presupposto soggettivo degli accordi di ristrutturazione, nota a Trib. Roma (decr.), 31 maggio 2012, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2013, 5, 504.
  • La decadenza dall’azioni di rilievo e di regresso del fideiussore nei confronti del fallimento, nota a Trib. Latina (decr.), 29 ottobre 2012, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2014, 2, 174.
  • L’impresa agricola tra attività strumentali, commerciali e gli strumenti di composizione della crisi, nota a Cass. 21 gennaio 2013, n. 1344, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2014, 1, 1.
  • Il dies a quo per la prescrizione dell’azione di responsabilità degli amministratori in sede concorsuale, nota a Cass. 5 aprile 2013, n. 8426, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2014, 3-4, 298.
  • Nota a Cass. 26 giugno 2013, n. 16145 in tema di fallimento della società di fatto, in corso di pubblicazione.
  • Il tribunale può dichiarare inammissibile ovvero revocare il concordato preventivo che non prevede l’integrale pagamento del credito IVA e delle ritenute alla fonte, in Giusitiziacivile.com n. 2-2015.
  • La causa concreta nel concordato preventivo, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2015, 1, 159.
  • La veridicità dei dati aziendali come presupposto informativo per le valutazioni riservate ai creditori, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2015, 3-4, 408.
  • Il privilegio artigiano alla luce del d.l. 5/2012, in Giustiziacivile.com n. 5-2015.
  • Le concrete modalità di esecuzione del piano concordatario accettate dai creditori diventano insindacabili perché “contrattualizzate”, in Giustiziacivile.com n. 10-2015.
  • Brevi cenni sull’ammissibilità di un pagamento dilazionato dei creditori privilegiati nel concordato liquidatorio, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2015, 5, 553.
  • Sulla determinazione del danno in tema di azione di responsabilità promossa dal curatore, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2015, 6, 657.
  • La finanza esterna nel concordato preventivo con continuità aziendale, in Altalex.com, Articolo, 16/06/2016.
  • Ancora sulla falcidia dell’IVA nel concordato preventivo: l’intervento delle sezioni unite ed il nuovo art. 182 ter f., in www.unijuris.it.
  • La chiusura del fallimento in pendenza di giudizi, in www.ilcaso.it, Articolo, 3 maggio 2017.
  • La mediazione obbligatoria nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, in Diritto della Mediazione e dell’Arbitrato, 1, 2017.
  • Domanda di rivendica in pendenza di giudizio di accertamento dell’autenticità delle sottoscrizioni di una scrittura privata di vendita, in Giustiziacivile.com n. 7-2018.
  • Default Cirio: brevi cenni sulla responsabilità degli amministratori che hanno tentato il risanamento, di quelli privi di deleghe e dei sindaci, in Il diritto fallimentare e delle società commerciali, 2018, 3-4, 733.
  • Brevi cenni sul requisito soggettivo nel procedimento di esdebitazione, in corso di pubblicazione.